Sostenibilità nel mondo della conceria

I progressi verso un futuro sostenibile

sostenibilità conceria

La Fashion Industry è una delle industrie più dinamiche del mondo, sempre alla ricerca di innovazione e progresso: essa è caratterizzata da uno sguardo proiettato verso il futuro, con collezioni e sfilate che presentano al mondo le tendenze moda per le stagioni successive. Grazie al suo impatto nella vita quotidiana, l’industria della moda ha il ruolo fondamentale di guidare il mondo dell’industria verso un futuro più sostenibile: negli ultimi anni, infatti,  il termine “sostenibilità” ha avuto grande risonanza e attenzione in molti ambiti, e si ha sempre di più l’obiettivo di progettare un futuro attento allo sviluppo sociale ed ecologico, consapevole delle risorse a nostra disposizione.


L’elmento cardine che contraddistingue un’azienda diventa, quindi, l’innovazione, unita all’attenzione all’ambiente e alla sicurezza: l’obiettivo è diventato quello di creare prodotti non solo performanti ed efficaci, ma anche sostenibili, pensati e progettati con materiali rinnovabili, attenti alla sicurezza e alla salute dell’uomo.
Il settore delle pelle e del cuoio, area specifica dell’industria della moda, sta promuovendo alcune iniziative che riguardano le industrie conciarie e calzaturiere: lo scopo è fornire soluzioni tecnologiche che possano garantire basse emissioni di carbonio, basso impatto ambientale sulla biodiversità e uno sviluppo sostenibile dei processi produttivi.

La Green Label di Assomac

In particolare, le aziende associate ad Assomac (Associazione nazionale Costruttori Tecnologie per Calzature, Pelletteria e Conceria) possono aderire all’iniziativa “Supplier of Sustainable Technologies”, che diffonde conoscenza riguardo alla gestione consapevole delle risorse naturali e del consumo di energia e acqua, in modo da poter qualificare il processo produttivo come sostenibile. Il core del progetto è rappresentato dalla Green Label,  l’etichetta verde Assomac, che identifica i fornitori italiani di tecnologia per l’industria calzaturiera e le industrie conciarie, dopo un’attenta analisi di:

  • prestazioni energetiche
  • prestazioni ambientali

Le misurazioni sono effettuate secondo i parametri internazionali del CFP (Carbon Footprint), che consente di avere dati precisi riguardo l’attenzione all’ambiente all’interno delle industrie.

Gestione degli scarti e sviluppo sostenibile in West Bengala

A livello internazionale, invece, un’iniziativa degna di nota è quella promossa nello stato indiano del West Bengala, in cui è stato attuato il progetto “Effective waste management and sustainable development”: le industrie indiane del pellame potranno collaborare con alcune aziende italiane che producono macchinari per la lavorazione della pelle all’avanguardia dal punto di vista degli standard ambientali . L’obiettivo è portare le innovazioni del settore nelle aziende indiane, per garantire uno sviluppo più sostenibile in una delle zone più popolose del pianeta (si pensi come riferimento che Calcutta, capitale di questo stato, conta circa 15 milioni di abitanti).

L’impegno di Aircom

In questo panorama, Aircom Original investe sulla ricerca e sullo sviluppo di tutti i suoi prodotti, per fare in modo che siano sicuri, che durino nel tempo e che rispettino  l’ambiente.

Da sempre, certifichiamo le pistole automatiche per la verniciatura presso enti affidabili, per verificare che la dispersione di vernice in atmosfera sia minima: un ridotto overspray ci consente di evitare l’inquinamento ambientale e di poter contenere anche i costi di produzione nella fase di finitura della pelle.

L’impegno per i prossimi anni è quello di portare l’azienda a ridurre sempre più le emissioni di carbonio, a ridurre gli scarti e a usare materiali da fonti rinnovabili: saranno tutti piccoli passi per migliorare il nostro approccio all’ambiente e per aiutare a creare un futuro aziendale più sostenibile.